Come recuperare gli utenti persi

Qualche giorno fa ho spedito dei fiori in Cina. Ci sono tanti siti online con cui farlo e non è per nulla difficile. Non avendo un sito di riferimento sono andato a caso.

Ne ho scelto uno che mi sembrava a posto, ho selezionato i fiori, compilato pochi campi con i miei riferimenti ma poi ho abbandonato il carrello perchè non mi era chiaro se potevo allegare o meno un messaggio, un bigliettino a chi avrebbe ricevuto i fiori.

Allora ho cambiato sito e, in qualche minuto, avevo finito.

Dopo qualche ora però ricevo questa mail dal sito che avevo abbandonato e che, da markettaro, ho apprezzato tanto:

Dear Sir or Madem :
    This letter is from San yue flowers and gifts network. Thank you for paying attention to our site!
    Today we found you had browsed our site, and registered as our member, but you didn’t place any order.
    We are the best service of flowers and gifts in China, we have more than 500 cooperate florists in whole country, and we can deliver flowers to almost any where in 3 to 6 hours in China!
    Now I’m very sorry to disturb you, but in order to improve our site and service, bring more convenient to you, may we ask some questions?
1: Could you tell us the reason why you don’t place any order at last?
2: Do you have any suggestion for our site?

 In order to thanks for your reply, we will add 2 dollars in your virtual account on our site, you can log in and use it when you place an order.

If you have any question please do not hesitate to contact us, we are very glad to serve you!

http://www.chinaflower815.com
Tel:086-0510-87478829
Fax:086-0510-87478829

Che cosa è successo?

Il sito ha tracciato il fatto che avessi abbandonato il carrello. Sfruttando il fatto che io avessi lasciato il mio indirizzo email mi ha ricontattato per:

– chiedermi come mai avessi abbandonato il carrello e quindi, come mai non avessi acquistato
– chiedermi che cosa potrebbero migliorare
– offrirmi uno sconto per i prossimi acquisti

E’ così che si fa. Bravi.
Ci sono tante società di mail marketing che offrono questo servizio ma anche plugin/moduli aggiuntivi per la maggior parte delle piattaforme di commercio elettronico. Informati perchè questo tipo di “recupero” fatto su potenziali clienti “persi” è davvero molto importante.

 

Categoria: E-commerce, Web Marketing

Become Italia: Webinar sul Mobile

Abbiamo il piacere di invitare tutti i nostri clienti al Webinar sul Mobile che si terrà mercoledì 21 Maggio alle 17.30, dove spiegheremo come migliorare le conversioni e vendere di più.

Il traffico da mobile e tablet è aumentato così tanto che desideriamo offrire ai nostri merchant l’opportunità di intercettare e sfruttare tutti i potenziali clienti che navigano utilizzando questi strumenti.

In Europa gran parte dei nostri shop ha dei siti di e-commerce studiati per il mobile: il tuo sito prevede una diversa navigazione o layout per chi lo guarda da cellulare?

In altre parole: il tuo sito è ottimizzato?

Il 21 Maggio  mostreremo come poter sfruttare al meglio la presenza online grazie al nostro partner internazionale Netbiscuits.

Il Webinar si terrà in inglese perché parteciperanno shop da tutta Europa e le verrà fornita una presentazione a supporto. Un grande momento informativo e di confronto a cui vorremmo che chi opera nel mondo e-commerce prendesse parte.

Per maggiori informazioni non esitare a contattare il tuo commerciale di riferimento in Become o a darci un colpo di telefono al: 02.43982530.

L’incontro online sarà gratuito previa registrazione. Clicca qui per l’iscrizione.

Categoria: E-commerce, Shopping Comparison, Web Marketing

Nuova Direttiva Consumatori: e-commerce manager, siete pronti vero?

Prima che qualcuno si spari, c’è da dire che le nuove regole si applicheranno ai contratti conclusi dal 13 giugno 2014.
In data 11 marzo 2014 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (n. 58) il testo del decreto legislativo del 21 febbraio 2014, n. 21, che attua la nuova direttiva europea sui diritti dei consumatori ( direttiva 2011/83/UE sui diritti del consumatore).
Il decreto interviene modificando il Codice del Consumo. In particolare, vengono integralmente sostituiti gli articoli da 45 a 67, che riguardano:

  • i contratti negoziati fuori dai locali commerciali;
  • i contratti a distanza;
  • la disciplina del diritto di recesso;
  • il regime sanzionatorio.

Tra le novità più rilevanti, rispetto al sistema normativo vigente, si segnala:

  1. la previsione di maggiori obblighi, in capo al professionista, di informazione precontrattuale  nei contratti negoziati fuori dai locali commerciali e nelle vendite a distanza;
  2. il riconoscimento di un termine più ampio (dagli attuali 10 giorni a 14 giorni) entro il quale il consumatore può esercitare il diritto di recesso. In caso di omessa comunicazione al consumatore, da parte del professionista, dell’informazione sull’esistenza del diritto di recesso, inoltre, il termine per l’esercizio del recesso passa dagli attuali 60/90 giorni a dodici mesi e 14 giorni;
  3. la possibilità per il consumatore di esercitare il diritto di recesso compilando un modello tipo di dichiarazione di recesso, valida per tutti i Paesi UE e da compilarsi e inviarsi anche in formato elettronico, ove il consumatore lo preferisca;
  4. la previsione di un termine massimo di 14 giorni per il rimborso da Continua a leggere

Categoria: E-commerce

Riccardo Porta: Te la do io la Cina

Il nostro General Manager di Become Italia ha la febbre gialla, è ufficiale! 😀

Di seguito il contributo per la rivista Engage (versione cartacea).

Clicca per ingrandire.

Riccardo Porta, contributo per rivista Engage

Categoria: Internet

E-Commerce Forum 2014: prevendita biglietti, attenzione è a pagamento

ecommerce forum 2014Una nota di servizio ma molto importante per tutti coloro che verranno alla nona edizione dell’E-commerce Forum, l’evento più importante italiano sul commercio elettronico organizzato da Netcomm il 20 Maggio 2014.

Conferenze plenarie, presentazioni, tavole rotonde, focus, workshop e una ricca area espositiva accoglieranno più di 3.000 ospiti e consentiranno di acquisire gli ultimi dati di mercato sull’evoluzione della domanda e dell’offerta, le ricerche più recenti e le tendenze più importanti, messe a confronto con i principali operatori del settore italiani e internazionali.

Ma, quest’anno:

L’ingresso all’e-Commerce Netcomm Forum ha un costo di 20 Euro per chi si iscrive entro il 21 aprile, 50 Euro entro l’11 maggio, poi il biglietto avrà un costo di 80 euro fino al 20 maggio .

Accredito per ingresso gratuito per giornalisti e blogger: netcomm@mirandola.net

iscrizione partecipanti non stampa e blogger a questo link: http://www.ecommerceforum.it/ita/ecommerceforum2014/iscrizione/

 

Categoria: E-commerce

Con Amazon Dash, la lista della spesa diventa smart


Amazon allarga ulteriormente il suo campo d’azione, sovvertendo nuovamente il settore dell’e-commerce espandendosi nel mercato dell’agro-alimentare e simili con il lancio di Amazon Fresh.

Il servizio, che consente l’acquisto on line di prodotti alimentari freschi e non, è già stato testato con successo negli Stati Uniti: a Seattle, San Francisco e nella South California. Ora si prepara al debutto europeo , con Londra e UK a fare da testa di ponte. Se i riscontri saranno positivi, il nuovo servizio sarà diffuso anche nel resto d’Europa, Italia compresa, con Roma e Milano come piazze principali.

Il servizio in sé non presente nulla di particolarmente innovativo, è una strada già imboccata da altri colossi della GDO, come Esselunga, per fare un esempio. A cambiare saranno gli scenari, gli attuali players si troveranno a competere con il colosso americano e il suo caratteristico modo di entrare nel settore di riferimento, ricorrendo a strategie di abbattimento dei prezzi di listino a colpi di sconti e ribassi.

Sono inoltre previsti ulteriori plus a favorire il successo dell’iniziativa: la possibilità di scegliere tra più fasce d’orario per il recapito e le convenzioni con ristoranti e locali affiliati inserendo nell’offerta anche i servizi di take away.

Ma non è tutto, di pochi giorni fa è anche la notizia del lancio di Amazon Dash, una sorta di piccolo scanner che consentirà di snellire ulteriormente la procedura di acquisto su Amazon Fresh, leggendo semplicemente i codici a barre dei prodotti che si desidera acquistare, senza l’ausilio del computer.


L’idea di base è infatti quella che il cliente scansioni a casa il codice del prodotto che sta esaurendo, e, nel caso di prodotti da acquistare ex novo, utilizzerà semplicemente il microfono inserito nel dispositivo, dettando il nome dell’articolo desiderato.

Amazon Dash sarà diffuso in via sperimentale negli Stati Uniti e sulla base dei risultati sarà successivamente diffuso in Europa

Jeff Bezos ancora una volta è riuscito a stupirci non resta che aspettare…

Categoria: Web Marketing

Google+: Chatti e fai shopping? Mah…

Google integra la possibilità di fare shopping mentre si chatta.

Rimango un filo perplesso e aspetterò il solito riscontro dai merchant ma… siamo diventati davvero così multitasking? Riusciamo a chattare con altre persone mentre selezioniamo un prodotto, lo controlliamo e lo acquistiamo? Davvero?

E poi: i merchant pagheranno per i clic ricevuti sulle loro offerte che compariranno a lato dell chat, giusto? Come sarà la conversione di questi clic? Verranno applicati dei cpc diversi?
Perchè, a spanne, è possibile che il traffico non sia esattamente dei più puliti.

Vedremo che succederà 🙂

Categoria: E-commerce

Tencent e Alibaba, la guerra infinita – Infografica

Per fortuna è una guerra solo digitale. Fatta di numeri e di strategiche acquisizioni. Tencent e Alibaba si contendono il mercato cinese (ma entrambe già guardano ben oltre i confini del dragone) primeggiando in questo o quel settore.

Di seguito una bella infografica che dà l’idea (fai attenzione anche i numeri perchè sono davvero impressionanti) di quanto il digitale si muova in Cina.

Apparentemente Tencent sembra in vantaggio su Alibaba portando a casa una momentanea vittoria in 10 aree su 7 di Tencent (con 4 dal risultato incerto) ma è anche vero che il business nel settore delle carte di credito o quello della messaggistica sviluppano poi volumi diversi. Poco male. Per adesso scorri verso il basso questa infografica e poi pensa all’Italia.

Nota: dall’analisi mancano alcuni settori dove non sono presenti entrambi. Ad esempio, Alibaba non presidia il mercato/settore dei video online (l’equivalente di Tencent Video) così come Tencent non presidia il mercato dell’ecommerce b2b come Alibaba.

China Infographic: Tencent Vs Alibaba

Categoria: E-commerce, Internet, Web Marketing

Asia, Cina e le opportunità perdute

In occasione del convegno (a fine 2013) sul ruolo dell’Asia nel futuro dell’Italia, il giornalista Sergio De Nardis scrisse:”

Un’occasione di certo mancata per l’Italia è l’Asia come mercato di sbocco. Quei Paesi continuano ad avere oggi, come dieci anni fa, un ruolo marginale nelle nostre vendite.

Siamo stati pronti a sfruttare con il made in Italy la trazione proveniente da consumatori in veloce arricchimento, ma abbiamo perso importanti occasioni lì dove la dinamica della domanda asiatica era più forte e veniva soddisfatta dai grandi produttori della Germania.

I motivi della difficoltà degli italiani a raggiungere quei mercati sembrano da ricondurre, oltre che a una specializzazione non allineata con la domanda di quelle aree, ad alcune caratteristiche strutturali dei nostri produttori. Evidenze sull’export delle imprese europee in Cina e India mostrano che questi mercati sono tanto più difficili quanto più piccole sono le imprese. La probabilità di vendere nei due giganti asiatici, rispetto a quella di esportare in Paesi meno distanti, si riduce se le imprese sono a proprietà familiare, non appartengono a gruppi, hanno manager appartenenti alla famiglia, perseguono metodi di decisione centralizzati e adottano criteri di remunerazione slegati dalla performance.

Questo è solo uno stralcio, l’articolo integrale lo trovi qui.

Stiamo quindi perdendo il treno? O meglio, l’abbiamo già perso? Sempre Continua a leggere

Categoria: E-commerce, Internet

Il motore di ricerca Baidu

Ciao, oggi ti presento Baidu.
Che non è un orso nero che vive sulle montagne.
E’ il motore di ricerca utilizzato in Cina, dove è praticamente vietato parlare di Google e dove, al contrario, Baidu la fa da padrone.

Baidu copre il 95% della popolazione cinese. Ogni giorno sei billion di ricerche.
Sei billion…

Baidu reach

Leader sia su desktop che su mobile.
baidu-desktop-mobile

Esattamente come Google, ha il suo ad network, poi fai un paragone tu tra i numeri…

ad-network-baidu

La cosa bizzarra è che Continua a leggere

Categoria: Internet, Web Marketing

  • Categorie

  • Ultimi articoli

  • Archivi