E’ stato provato che vi sono almeno 18 fattori si cui si può agire per colpire il proprio target di riferimento e l’ilarità è uno di questi. E non è un caso quindi che molto spesso i vari brand producano spot/video “divertenti” con l’obiettivo che questi vengano, non solo percepiti positivamente ma anche condivisi.

Si è distinta dalla “massa” la Budweiser che durante il recente Super Bowl è riuscita a far leva su più di un fattore, riuscendo a suscitare calore, felicità e tristezza. Il video qui sotto è stato condiviso un’infinità di volte su Facebook, Twitter e blog vari sbaragliando la concorrenza.

Morale… non seguire sempre la massa 😉