elena conti ritira il premio netcommPromod arriva dalla Francia. Ma non è una novità, vende in Italia da 14 anni. Da due invece ha approciato anche il nostro mercato sfruttando il mezzo internet. Elena Conti, ci racconta qualcosa di più.

Buongiorno Elena, di che cosa si occupa in Promod?
Sono Responsabile dell’e-shop Promod.it, e mi occupo di tutti aspetti che lo riguardano: content, marketing, social e customer service.

Promod non è italiana giusto? In quanti paesi siete presenti?
Promod è francese, siamo presenti in più di 50 paesi nel mondo.

Da quanto tempo esiste l’azienda?
Dal 1975!

Quando avete cominciato a vendere anche online?
In Francia dal 1999!

Quando avete iniziato a vendere anche in Italia?
Offline nel 1991, online nel 2011

Che piattaforma di e-commerce state utilizzando?
La nostra piattaforma è stata sviluppata internamente

Qual è l’aspetto più complesso nella gestione dello store online?
Dal mio punto di vista la difficoltà del mio ruolo sta nel gestire tanti aspetti diversi tutti con la massima priorità, ma è anche ciò che mi piace del mio lavoro e riuscire a farlo è una grandissima soddisfazione!

Quali sono le barriere?
Forse l’unica barriera per quanto mi riguarda è la diffidenza prettamente italiana verso gli acquisti online che ci distingue ancora dagli altri paesi, ma per fortuna sembra proprio che le cose stiano cambiando…

Qual è il vostro target ideale?
Il nostro target è trasversale, la moda Promod veste sia le ragazze di 20 anni che le donne di 40!

Che cosa vendete di più?
Non c’è una categoria di prodotti in particolare che vendiamo di più, dipende dalla stagione e dalla collezione.

Forse è ancora presto per dirlo ma come stanno andando le vendite online per l’Italia rispetto agli altri paesi europei?
Sebbene sicuramente inferiori rispetto a mercati ormai consolidati come Francia e Germania, sono sicuramente più che soddisfacenti.

I siti, nei vari paesi, sono tutti uguali, cambia fondamentalmente la lingua. Non sente la necessità di una personalizzazione ad hoc? Magari il target italiano ha gusti diversi da quello tedesco.
I contenuti spesso vengono adattati all’Italia, ma comunque teniamo molto a preservare la nostra identità francese.

Quanto investite in comunicazione e quali strumenti utilizzate?
La comunicazione corre principalmente sul web e sui social network.

Quanto siete “social”?
Siamo su Facebook, Twitter, Pinterest e Google +

E che cosa vi chiedono più spesso gli utenti?
Dove possono trovare un capo che hanno visto sul web o in negozio e che non è più disponibile.

Riscontrate un alto tasso di frodi online? Come fate a prevenire questa situazione?
Fortunatamente no, i nostri sistemi fortunatamente fino ad oggi sono riusciti a prevenirle.

Se avesse la possibilità di legiferare in materia di e-commerce quali “regole del gioco”, se possiamo chiamarle così, cambierebbe?
Sicuramente per semplificare le cose punterei a delle leggi comunitarie, comuni per tutti i paesi… sembrerebbe che ci stiamo arrivando.

Volendo fare un rapido focus sulla logistica: quanto è importante e quanto è complessa? La gestite internamente? Avete molti resi?
La logistica è gestita principalmente dalla nostra sede francese, in Italia ci occupiamo effettivamente solo dei resi, che però essendo perlopiù riportati presso i nostri punti vendita ad oggi non ci pongono particolari problemi.

Parteciperete al prossimo e-commerce forum organizzato da Netcomm a Milano? (28 maggio 2013)
Cerco sempre di presenziare a questo importante evento ma purtroppo quest’anno non ci sarò perché proprio in quei giorni sarò in ferie. Sicuramente qualcuno parteciperà al mio posto.

La vostra azienda partecipa mai, in generale, a fiere di settore con un proprio stand? Se sì, quali?
No, non abbiamo mai partecipato fino ad oggi

Sei innamorata delle cornamuse scozzesi o trovi il loro suono sgradevole*?
Le cornamuse scozzesi ascoltate in Scozia credo siano magiche (non ho ancora avuto l’occasione di visitare questo paese ma è nella lunga lista di viaggi da fare)

Il sito: www.promod.it

 

*Domanda a caso tratta da: “Interrogative mood” – Padgett Powell