Ieri a Milano, in Netcomm, c’è stato l’evento chiamato “Digital Fashion“. Molto interessante, dati e interventi fuori dai soliti standard e luoghi comuni come: “Possiamo ancora crescere – Siamo il fanalino dell’Europa – Gli italiani non si fidano a pagare con le carte di credito”.

Un dato, tra i tanti, mi ha colpito. E’ il confronto tra gli acquirenti del settore moda tra Ottobre 2012 e Aprile 2013.

Sono aumentati gli acquirenti di abbigliamento, scarpe e accessori.

Già, ma di quanto sono aumentati in soli sei mesi?

Sei pronto?

  • Per l’abbigliamento, sono stati registrati 100.000 acquirenti in più.ù
  • I compratori di scarpe online, sono aumentati di 700.000 (ripeto, SETTECENTOMILA) unità.
  • Gli accessoristi, di 200.000 unità.

Sono dati pazzeschi in soli sei mesi. Molto hanno influito i player esteri che stanno continuando ad aggredire, in termini commmerciali, il nostro Paese. Il mio pensiero fisso è che se le aziende italiane non si svegliano e se lo Stato non privilegia una politica fiscale che avvantaggi il nostro settore… saremo costretti ad acquistare e dare i nostri soldi a società estere che sicuramente non contribuiranno al nostro PIL…

P.S.
Lo scontrino medio più alto è nelle borse da donna con 85 euro, il più basso è negli accessori con una spesa media di 53 euro.